facebook degustibusitinerainstagram degustibusitinerapinterest outlined logoyoutubegoogle plusrss2

HUNGARIAN BREAD RING: PHOTO-TUTORIAL

titolo ruotacottabella

Eccomi di nuovo con uno degli articoli più apprezzati del mio spazio virtuale: la RUOTA UNGHERESE DELLE FESTE. Più volte i miei lettori mi hanno chiesto chiarimenti sul procedimento da seguire per ottenere il risultato mostrato in foto nel mio articolo precedente.

Ho così deciso di fotografare i vari passaggi, sperando che ciò sia di maggior aiuto. Quale periodo migliore per arricchire la tavola delle feste con un pane così scenografico?

Naturalmente per l'ottima ricetta di Hamelman, e per il procedimento, dovrete consultare il mio primo articolo, "RUOTA UNGHERESE DELLE FESTE", oppure "CHALLAH".

Here I am with one of the most popular articles of my blog: the HUNGURIAN BREAD RING.

My readers asked me for explanation about the procedure, to get good results, for decorating and braiding easily and correctly.
So I decided to photograph all the steps, hoping this would help you all.

Christmastime is ideal to show so a rich and fantastic bread on the table well prepared for an important dinner or Christmas party.
Of course, for the perfect recipe of Hamelman, and the process, you can consult my first article, "HUNGARIAN BREAD RING" or "CHALLAH".

titolo ruotecottepp

titolo1 ruotecotte

La ricetta rimane la stessa, quella del grande Hamelman, leggermente modificata.

Queste due ruote risultano leggermente più spesse e gonfie di quella precedente. Fatela come più vi piace, così, oppure con i fili un po' più sottili, come nell'articolo precedente.

Ma veniamo al procedimento: dopo la prima lievitazione l'impasto va sgonfiato, poi diviso in sei pezzi del medesimo peso e uno più grande, di peso più di quattro volte superiore.

Ogni pezzo va stirato a forma di cilindro del medesimo spessore.

A questo punto i sei cilindretti piccoli vanno disposti direttamente nella teglia di cottura, come mostrato in foto, poi si comincia ad intrecciarli tra di loro, accavallandoli tutti nello stesso verso.

The recipe is the same used for the challah, from the Hamelman's book, slightly modified.
These two rings are a little thicker and more swollen than the previous one. Make it however you like, so, or thinner, as in the previous article.
Let's see now the proceedure: after the first rising, the dough should be deflated, then divided into six pieces of the same weight and another one larger, weighing four times and more than each of the small pieces.
Each piece must be stretched into a cylinder of the same thickness.
At this point, the six small cylinders should be placed directly into the baking pan, as shown in the picture, then you can begin to braid them, crossing all in the same direction.

ruota1ruota2ruota3ruota4

Si dispone poi il cilindro grande intorno ad essi, facendo coincidere la giuntura con uno dei nodi che andranno poi fatti. Attenzione, se la circonferenza del cilindro risultasse corta, allungarlo ancora con pazienza.

Si procede quindi annodando intorno alla ruota le varie estremità dei cilindretti piccoli.

Alla fine si aggiusta la forma della ruota meglio che si può, mantenendo lo stesso diametro nei vari punti di giuntura. Si copre, si mette in lievitazione e si procede con i decori.

Put the long strand around, taking care to keep the same diameter to forme a regular circle.

Make sure the outer strand is long enough, if not, remove and elongate it again.

Match the end of this long strand with the crossing point of one of the small strands.

Finish matching the two ends of any small strand, crossing them again around the circumference, as shown down.

It's easier to see the pictures than to explain!

Adjust the shape the best you can, cover, make it leavening and proceed with the decorations.

ruota5ruota6ruota7ruota8ruota9ruota10ruota11ruota12centrale ruota12bis

Consiglio di non usare lo stesso impasto per i decori, qui troverete alcune ricette adatte.

L'importante comunque è confezionarli all'ultimo momento e non farli lievitare, per evitare di deformarli.

La tavolozza dei colori è costituita da spezie, semi ed erbe aromatiche: paprika, curcuma, coriandolo, pepe, chiodi di garofano, senape, bacche di ginepro, semi di zucca...

I suggest not to use the same dough for decorations, here you will find some suitable recipes.
However the important thing is preparing them at the last moment, without leavening, to avoid deforming them.
The color palette consists of spices, seeds and herbs: paprika, turmeric, coriander, pepper, cloves, mustard seeds, juniper berries, pumpkin seeds...

centrale erbe e spezie

Per il colore bianco nulla è meglio che della semplice farina.

Per le forme utilizziamo degli stampini per pasta di zucchero, poi li ritocchiamo come più ci piace. Li passiamo quindi nelle polveri per colorarli. Qui vediamo soprattutto fiori di varie forme, foglie e farfalle. Uniamo tutto con sottili rametti. Lasciatevi andare alla vostra fantasia ed inventate motivi floreali multicolori.

For the white color nothing is better than the simple white flour.
For the forms use stencils for sugar paste, then touch up as you like.

Pass into the spiced powder to color them. Here we see especially flowers of various shapes, leaves and butterflies. Combine everything with thin twigs. Let your imagination go and invente multicolored floreal motifs.

ruotadecori1ruotadecori2ruotadecori3ruotadecori4

Prima di applicarli sulla ruota, spennellatela bene con uovo sbattuto, poi fate in modo che i vari decori siano ben fermi sulla superficie della ruota. Aiutatevi con chiodi di garofano, pepe, bacche di ginepro o coriandolo.

Before applying the decorations on the ring, brush it well with egg wash, then make sure that the various decorations are well pinned on the surface of the ring. Help yourself with cloves, peppers, juniper berries or coriander.

centrale ruotacrudacentrale ruotacrudappcentrale ruotacrudapp1

A questo punto la ruota va in forno. Attenzione alla temperatura, non deve eccedere per non scurire i decori. Le istruzioni di cottura le troverete naturalmente nel mio precedente articolo.

E questo è il risultato finale. Buon lavoro!

At this point, the ring is ready for cooking. Be care to the temperature, don't exceed not to darken the decorations. Cooking instructions are in my previous article.
This is the final result. Good work!

fondo ruotecotteppfondo ruotacottafondo ruotacottapp4

Questo articolo partecipa alla raccolta PANISSIMO ideata dalle amiche Barbara e Sandra, ospite per il mese di dicembre nel blog Sono io Sandra.

VZBo8LV

Commenti   

0 # Tiziana 2014-12-28 21:47
Bellissimo Maria Teresa, semplicemente bellissimo. Mi piacciono tanto anche i fiorellini e tutti questi stampini che hai utilizzato per farli.
Sicuramente un pane d'effetto, che incuriosisce e attira l'attenzione di tutti i commensali... e che impreziosisce la tavola.
Buona serata e grazie di tutte queste informazioni.
Tiziana
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
+1 # Maria Teresa 2015-01-17 16:44
Grazie cara Tiziana, per me che non amo la pasta di zucchero, giocare con gli stampini e trasferire questa tecnica nei lievitati è divertente!
Un abbraccio
Maria Teresa
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # paola 2015-01-17 10:17
carissima Mariateresa buon anno! A febbraio saranno due anni che panifico e sonoabbastanza soddisfatta. La qualita'ed il sapore dei miei lievitati e'buona ma non riesco ancora a mettere a punto "la forma",cioe' i miei impasti lievitano bene ma. ..in larghezza piu'cheinaltezz a e questo non mi permette di sfornare le forme che vorrei!Esempio classico la treccia:pre lievitazione e'perfetta, post lievitazione e'un plumcake (sehousato lo stampo) o una ciabatta se ho usato una teglia......
Help me!!!!!grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Maria Teresa 2015-01-17 16:59
Ciao Paola, buon anno anche a te!
Il fatto che l'impasto ti si allarga in cottura, se è privo di stampo, può dipendere da vari motivi.
In primis la giusta formatura con pieghe o S&F durante il tempo di lievitazione di massa, la cosiddetta "puntatura" dell'impasto.
Può dipendere anche da un'eccessiva idratazione dell'impasto, o all'uso di farine con scarsa capacità di assorbimento dei liquidi.
Escluderei un inizio di collasso, visto che hai già esperienza, e anche perchè il prodotto risulterebbe poco alveolato e leggermente acido.
Prova a consultare questi articoli
http://www.degustibusitinera.it/cucina/37-facciamo-il-pane.html
http://www.degustibusitinera.it/cucina/70-s-f-la-tecnica-dello-slap-and-fold-e-stretch-and-fold.html
Se hai ancora dubbi chiedimi pure.
Un caro saluto, fammi sapere :)
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Daniela 2015-03-27 19:23
Semplicemente spettacoloso. Che lavoro !
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Maria Teresa 2015-04-01 23:35
Grazie Daniela, spero di essere stata esauriente ed utile nelle spiegazioni.
Un caro saluto!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

MARIA TERESA

Maria Teresa Cutrone de gustibus Itinera

Iscriviti al mio blog!

Instagram

FACEBOOK

Corsi

IMG 20170206 WA0000

Programmi e TV

GOOGLE +

Google+ Seguimi su Google +

DEGUSTIBUS ITINERA utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza sul sito. Continuando la navigazione autorizzi l'uso dei cookie.