facebook degustibusitinerainstagram degustibusitinerapinterest outlined logoyoutubegoogle plusrss2

WORLD BREAD DAY 2014: BÂTARD CON BARBABIETOLA E VEGETALI / BÂTARD WITH BEETROOT AND VEGETABLES

batardbarba bella

WORLD BREAD DAY 2014: ecco il mio contributo alla giornata internazionale del pane!

Un pane che mi è stato ispirato da un ingrediente, la barbabietola, che accompagna spesso i miei piatti serali. Piace molto in famiglia, sarà che il suo colore intenso mette allegria. Spesso la abbino ad altri vegetali, e proprio in questo pane li ho rimessi tutti assieme: cipolla, peperone, olive, semi di finocchio. L'abbinamento funziona, credetemi! Racchiuso nel pane, questo contorno diventa ancor più gradevole. Per questo ho scelto anche la Bâtard, una delle forme che preferisco, già utilizzata per un impasto con la birra doppio malto.

Qui vi riporto anche un tutorial fotografico per la corretta formatura, spero di fare cosa gradita a tutti i miei lettori!

 

WORLD BREAD DAY 2014: here's my contribution to the International Day of Bread!

I was inspired by an ingredient, the beetroot, which often accompanies my dishes in the evening. My family likes it very much, probably its intense color brings joy. Often I match with other vegetables, in this bread I put them all together: onion, bell pepper, olives, fennel seeds. The combination works very well, believe me! Enclosed in a bread, this vegetables become even more enjoyable. For this recipe I chose the Bâtard, one of my favorite forms, already used for a dough with double malt beer.

Here's a photo tutorial to learn the proper forming, I hope to do what is pleasing to all my readers!

 

batardbarba bella5

Prefermento:

50 gr di lievito liquido

100 gr di acqua

100 gr di farina di forza

1 gr di sale

Far fermentare 8 ore a 22°

 

Impasto:

1 kg di farina tipo 1 macinata a pietra (sostituibile con farina tipo 2)

100 gr di cipolla

150 gr di peperone (io ho usato quello rosso)

240 gr di olive nere

10 gr di semi di finocchio

240 gr di barbabietola rossa cotta a vapore

425 gr di acqua

Olio qb

 

Preferment:

50 grams of liquid sourdough

100 grams of water

100 grams of strong flour

1 gram of salt

Let it ferment 8 hours at 22 °C

 

Dough:

1 kg of white stone-ground wheat flour

100 grams of onions

150 grams of peppers

240 grams of black olives

10 grams of fennel seeds

240 grams of steamed beetroot

425 grams of water

Olive oil (a little bit)

batardbarba bella3

PROCEDIMENTO

Ridurre in purea la barbabietola, tagliare la cipolla in fettine sottilissime, denocciolare le olive e tagliarle in pezzetti un po’ più grandi, assieme al peperone, schiacciare leggermente i semi di finocchio perché rilascino più aromaticità all’impasto.

Sciogliere il prefermento in metà dose di acqua, nella vasca della planetaria, ossigenando contemporaneamente con una frusta.

Mettere in funzione la macchina a bassa velocità, aggiungendo la farina setacciata, alternata con la barbabietola e il resto dell’acqua. Amalgamare bene gli ingredienti e lavorare l’impasto fino a incordatura, poi aggiungere gli altri vegetali, i semi di finocchio e il sale.

Evitare un impastamento troppo prolungato. Lasciar riposare l’impasto per un’ora e fare un giro di pieghe.

Far riposare ancora un’ora, poi fare altre pieghe.

Porre l’impasto in frigorifero per 24 ore.

Tirar fuori e far acclimatare a temperatura ambiente per un’ora.

Dividere l’impasto in quattro pezzi dello stesso peso (circa 600 gr) e fare la tipica preformatura delle Bâtard. Far riposare mezz’ora sulla spianatoia e procedere con la formatura definitiva.

Eccovi un tutorial fotografico per imparare la formatura, non semplicissima a dire il vero. Bisogna far attenzione a non rompere le bolle formatesi in lievitazione, manipolando delicatamente l’impasto. In quest’altro articolo troverete un video utile sempre per imparare la formatura.

 

PROCEDURE

Whip the beetroot, cut the onion into thin slices, stone the olives and cut them and the peppers into pieces not so big not so small, crush the fennel seeds so they release more fragrance.

Melt the preferment in half the amount of water in the basin of the kneading machine, oxygenating at the same time with a whisk.

Start up the machine at low speed, add the sifted flour, alternating with the beeroott and the rest of the water. Mix the ingredients and knead the dough very well, then add the other vegetables, fennel seeds and salt. Avoid kneading too long. Let the dough rest for an hour, then fold.

Let it rest for another hour, then fold again.

Place the dough in a refrigerator for 24 hours.

Pull the dough out and let it acclimate at room temperature for an hour.

Divide the dough into four pieces of the same weight (about 600 grams) and bigin the typical preshaping of the Bâtard. Let them rest half an hour on a work surface, then proceed with the final shaping.

Here’s a photo tutorial to learn shaping, not so easy to explain. We must be careful not to break the bubbles formed during the rising, manipulating the dough gently. In this other article you will find a helpful video to learn shaping.

batarbarba1batarbarba2batarbarba3batarbarba4batarbarba5batarbarba6batarbarba7batarbarba8batarbarba9batarbarba10batarbarba11batarbarba12batarbarba13batarbarba14batarbarba15batarbarba16batarbarba17batarbarba18batarbarba19batarbarba20batarbarba21batarbarba22

Infarinare abbondantemente i canovacci per la lievitazione e porre le Bâtard una accanto all’altra, separate dalle piegature del canovaccio.

Coprire con un altro canovaccio e poi con un telo di plastica leggero, lasciar lievitare ancora per un’ora abbondante, o anche un’ora e mezza, in ambiente caldo (24°).

Accendere il forno a 250°, possibilmente con pietra refrattaria, accendendo la ventilazione o il grill per surriscaldare meglio la pietra.

Far scivolare le Bâtard su paletta, operare i tagli che più piacciono, porre su refrattaria, o su placca caldissima, con forno statico, dopo aver vaporizzato abbondantemente.

Nel mio precedente articolo troverete un altro video per ispirarvi nel divertente lavoro di incisione.

Cuocere a 250° per 10 minuti, a 220° per 15 minuti, a 200° per gli ultimi 5-10 minuti con fessura nello sportello per agevolare la fuoriuscita del vapore.

Sfornare le Bâtard e farle asciugare su griglia.

 

Sprinkle the towels with plenty of flour for the rising and lay the Bâtard side by side, separated from the folds of the towels.

Cover with another towel and then with a light plastic sheet , let rise again for over an hour in a warm place (24°C).

Preheat oven at 250 °C, preferably with baking stone, turning on the ventilation to overheat the stone.

Slide the Bâtard on the baker’s shovel, score them as you like , put them on the baking stone or hot plate , with static oven , after thoroughly vaporizing.

In my previous article you can find a video you can be inspired by.

Bake at 250°C for 10 minutes , at 220 ° for 15 minutes , at 200 ° for 5-10 minutes, with the slot in the door to facilitate the escape of the steam.

Remove from the oven and allow dry the Bâtard on the grid.

batardbarba bella4batardbarba fette

Con grande piacere aggiungo questo articolo alla raccolta #PANISSIMO 22 delle mie carissime amiche Sandra e Barbara. Ormai sapete che per il mese di ottobre la raccolta è qui da me

VZBo8LV

Partecipo anche alla raccolta dell'amica Zapach chleba

nowy2

 

Commenti   

+1 # Patrizia Nofi 2014-10-16 10:13
Mani d'oro!! Meravoglioso!!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Maria Teresa 2014-10-17 19:13
Grazie Patrizia, contentissima della tua presenza qui, un bacio grande grande!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Liana Galbani 2014-10-16 14:05
Sei molto brava, il tuo blog tra i preferiti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Maria Teresa 2014-10-17 19:14
Ma grazie Liana!
Chiedi pure se vuoi qualsiasi chiarimento.
Un caro saluto
Maria Teresa
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # italia fulvio 2014-10-16 19:56
Spettacolare!!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Maria Teresa 2014-10-17 19:15
Italia ti ringrazio per essere passata da queste parti!
Un caro saluto
Maria Teresa
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Pattipatti 2014-10-17 12:58
Ma quanto buono deve essere sto pane?????? Ne sento il profumo da qui... Un bascione e buon we!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Maria Teresa 2014-10-17 19:18
Patrizia grazie!!!!!
Un grande abbraccio e buon we anche a te e famiglia!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # sandra 2014-10-24 12:29
eccone un'altra da cui mi farei adottare.
mi adotti Maria Teresa? so essere anche silenziosa se necessario!
un abbraccio
Sandra
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Maria Teresa 2014-10-28 22:33
Ma no, devi chiacchierare, mi piacciono le persone che chiacchierano, fanno compagnia e allegria!!!
Baci e abbracci
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # caterina 2014-10-26 20:01
Ho fatto questo pane a dir poco MERAVIGLIOSO! Ho fatto le foto ma non ho Facebook, peccato. Sei veramente grande nel fare e nel spiegare la ricetta. Ti ho trovato e non ti mollo! !!!Nel frigo c'è l' impasto per fare i dolcetti con il ripieno di castagne. Ti farò. Sapere grazie ancora un grosso saluto Caterina Da Venezia
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Maria Teresa 2014-10-28 22:36
E infatti ti ho appena risposto sui muffin! Sono contentissima che ti trovi bene qui da me, e che mi chiedi spiegazioni e mi spieghi le tue varianti. Questo mi piace proprio, rende vivo il mio blog!
Grazie Caterina, un grande abbraccio
Maria Teresa
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Daria 2014-10-27 22:22
Ma che bellissimo pane! Mi piace moltissimo l'idea di metterci dentro la verdura in particolare la barbabietola che da quel magnifico colore rosa all'impasto: voglio proprio provare a farlo!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Maria Teresa 2014-10-28 22:39
Daria mi farebbe tantissimo piacere! Fammelo sapere, ti posso assicurare che è buonissimo, chiunque lo abbia assaggiato lo ha trovato molto gustoso.
Un caro saluto
Maria Teresa
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

MARIA TERESA

Maria Teresa Cutrone de gustibus Itinera

Iscriviti al mio blog!

Instagram

FACEBOOK

Corsi

IMG 20170206 WA0000

Programmi e TV

GOOGLE +

Google+ Seguimi su Google +

DEGUSTIBUS ITINERA utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza sul sito. Continuando la navigazione autorizzi l'uso dei cookie.